Galateo del matrimonio

Galateo del matrimonio

Dagli inviti alla divisione delle spese, il matrimonio può diventare un bel problema se non si conoscono le giuste regole del galateo da applicare.

E così, si rischiano incidenti diplomatici e spiacevoli inconvenienti che potrebbero rovinare il vostro giorno più bello. Ma non c’è da aver paura, basta seguire qualche consiglio di bon ton per evitare brutte sorprese.

 

1. Galateo del matrimonio: il corteo nuziale


Per primo deve entrare lo sposo insieme alla madre o a una parente anziana che si terrà alla sua destra. Entrambi devono aspettare vicino a chi officerà il matrimonio. Entrano i paggetti e le damigelle e, subito dopo, la sposa al braccio del padre, che dovrà sempre essere alla sua destra.

 

2. Galateo del matrimonio: gli inviti


L’etichetta vuole che tutti gli indirizzi siano scritti con inchiostro color grigio o seppia e a mano sul dorso della busta. Se sono i genitori della sposa a pagare la maggior parte dei costi del matrimonio, bisogna includere i loro nomi negli inviti. Se, al contrario, le spese sono sostenute dai genitori di lui, bisogna mettere i loro nomi sugli inviti e quello dello sposo prima di quello della sposa. Per quanto riguarda la data, la tradizione vuole che si scriva prima il giorno della settimana, poi il numero, il mese e l’anno.

3. Galateo del matrimonio: cerimonia civile


Da evitare il velo in municipio, soprattutto se si tratta di seconde nozze.

 

4. Galateo del matrimonio: divisione spese


Partiamo da un presupposto, ormai le spese si dividono a metà. Ma se proprio si volesse seguire il bon ton, alla famiglia della sposa spettano le spese relative agli inviti, alle bomboniere, il corredo della sposa, i costi della cerimonia e del ricevimento, l’acquisto dei mobili per la camera da letto con l’eccezione del materasso. Alla famiglia dello sposo, invece, si chiede l’acquisto della casa della coppia, le fedi, il bouquet e i fiori per lui e i testimoni e il viaggio di nozze.

 

5. Galateo del matrimonio: l’abbigliamento degli invitati


Assolutamente da evitare il bianco, colore esclusivo della sposa. E il nero, ammesso solo nel caso in cui la cerimonia si svolga di sera e sia particolarmente elegante e formale.

 

6. Galateo del matrimonio: la madre della sposa


La madre della sposa è una figura importantissima il giorno del matrimonio della figlia. Deve arrivare nel luogo della cerimonia insieme ai testimoni e fare da padrona di casa dando il benvenuto agli invitati e assicurandosi che si siedano nei posti giusti. Aspetterà sulla porta fino all’arrivo della sposa e sarà l’ultima a sedersi. La sua eleganza dovrà risaltare, evitando abiti troppo audaci o trasparenti e un trucco troppo pesante.

 

7. Galateo del matrimonio: i regali

Fate una lista con tutti i nomi di chi vi ha mandato un regalo. In questo modo, nel momento in cui invierete i ringraziamenti, saprete subito a chi inviarli.

 

8. Galateo del matrimonio: l’abito da sposa


Il vestito va scelto insieme alla mamma almeno sei mesi prima della cerimonia. Oltre a vostra madre potete anche farvi accompagnare da altre figure di riferimento: vostra sorella, l’amica del cuore, la testimone o, addirittura, vostra suocera.

 

9. Galateo del matrimonio: il banchetto


Al banchetto il galateo prevede che lo sposo non lasci mai da sola la sposa. Inoltre, se lui non dovrà mai togliersi la giacca, lei non dovrà mai togliersi le scarpe.

10. Galateo del matrimonio: il bouquet


Il bouquet della sposa è un dono che deve essere fatto dallo sposo. Lui dovrà farglielo recapitare a casa sua la mattina della cerimonia. Ovviamente, la scelta della composizione sarà di coppia, anche perché dovrà essere fatta sulla base dell’abito della sposa che lo sposo non deve vedere fino alla cerimonia.